La band iraniana Arsames condannata a 15 anni di prigione fugge dal Paese

Agli inizi di agosto avevamo appreso della condanna da parte del Governo Iraniano degli Arser, con l'accusa di suonare - musica satanica contro controil governo Islamico.

Fortunatamente la Band, approfittando della libertà su cauzione, è riuscita a fuggire dal Paese. Dopo essere fuggiti dall’Iran, il gruppo ha rilasciato un video su YouTube, spiegando la situazione. “Siamo stati arrestati nel 2017 quando eravamo nel nostro studio durante le prove. Ci hanno trasferito in prigione e non hanno comunicato alla nostra famiglia dove eravamo per circa una settimana. Dopo quasi un mese, abbiamo pagato la cauzione per uscire di prigione e ci hanno detto che non dovevamo lavorare o vendere merchandising fino alla sentenza definitiva…Nè parlare con i media! La nostra pagina Instagram, il sito ufficiale … sono stati banditi ed hanno oscurato tutto per un anno. Abbiamo creato un nuovo Instagram ed [abbiamo iniziato] ad essere attivi fino a poche settimane fa [quando] il tribunale ci ha chiamati di nuovo e ci hanno condannato a 15 anni [ di prigione]. Quindi siamo dovuti scappare dall’Iran. E’ un crimine il fatto che suoniamo musica metal ? E’ [un] crimine il fatto che stiamo parlando della storia persiana ?! È un crimine il fatto che tu pensi che siamo satanici quando abbiamo canzoni su Ciro il Grande e sul monoteismo !? È un crimine il fatto che amiamo la musica ed il nostro paese ?! “

1 visualizzazione0 commenti