Facebook vieta gli streaming musicali dall’1 ottobre 2020

Aggiornato il: set 9


Una novirtà nel mondo dei social network.


Con una nuova politicy il social Facebook ha deciso di porre fine al suo tiro alla fune con gli utenti che utilizzano il network per lo streaming come DJ, imponendo nuove regole che entreranno in vigore dal 1 ° ottobre e che includono non solo il blocco dello streaming ma anche la cancellazione della pagina o del profilo.


Le nuove condizioni includono il seguente divieto all'interno delle regole aggiuntive riferite al contenuto musicale (tradotto dall'inglese):


"Non è possibile utilizzare video nei nostri prodotti per creare un'esperienza di ascolto musicale. Vogliamo che tu possa goderti i video pubblicati da familiari e amici. Tuttavia, se utilizzi i nostri Prodotti per creare un'esperienza di ascolto musicale per te o per altri, i tuoi video verranno eliminati e la tua pagina, profilo o gruppo potrebbero essere eliminati. Questo include il servizio Live ”.



Facebook in questo modo limita l'uso di account e pagine personali per usi assolutamente personali e familiari proibendo, di fatto, l'utilizzo per altri obiettivi.


Va da sè che gli streaming del social network non scompariranno del tutto.

L'azienda, inatti, apre alle label e case di produzione negoziando con loro il potere di streaming attraverso contratti che garantiscano sia benefici economici per il social network sia un corretto pagamento dei diritti. corrispondenti agli artisti che corrispondono in base al contenuto.


Tutto questo suona come una doccia fredda per molti DJ che offrono regolarmente le loro sessioni attraverso il social network e quindi ottengono visibilità e notorietà pubblica, e li costringe a cercare alternative per continuare a offrire i loro contenuti, cosa molto diffusa soprattutto in questo periodo emergenziale.


87 visualizzazioni